Segnaletica da rifare: pericoli e disciplina

 

blogEsiste un problema nella segnaletica montegranarese, obsoleta, talvolta sbagliata, spesso mancante, e di questo si sta già occupando il Commissario Prefettizio Ianieri. Si tratta di un problema urgentissimo e va risolto in fretta perché implica un reale pericolo per l’incolumità dei cittadini e di questo in piazza Mazzini sono ben consci. Oltre alle ormai famigerate strisce multicolor dei parcheggi di viale Gramsci, che tutto sommato non comportano rischi se non quello di elevare o vedersi elevata una contravvenzione impugnabile, la segnaletica è una questione da non sottovalutare. Infatti, un senso unico sbagliato, la mancanza di un segnale che regoli la precedenza, le strisce pedonali non visibili, il malfunzionamento o il mancato funzionamento dei semafori possono essere veramente pericolosi.
Il semaforo di Porta Romana, di cui si è parlato anche sulla stampa, che dovrebbe funzionare anche di notte (ma che ancora risulta spento) e i semafori della circonvallazione, spenti anch’essi di notte e il cui impianto pedonale non funziona, rappresentano un fattore di rischio elevatissimo. Attraversare la strada da e verso via Umbria e via Lazio è un’impresa da avventurosi, mancando totalmente le strisce e non funzionando i semafori pedonali. Aggiungiamo l’elevata velocità delle auto e capiamo quanto sia pericoloso. Così come è pericoloso immettersi in strada dalle laterali di notte, specie da quelle più a valle, con i semafori spenti. C’è già stato un incidente tragico in quel punto e bisogna evitare che vi sia solo la minima possibilità che si ripeta. Così come a Porta Romana.
blog 2Gli attraversamenti pedonali sono semicancellati ovunque e risultano scarsissimamente illuminati. Attraversare la strada dopo il tramonto a Montegranaro è da temerari. Vi sono poi molte vie prive di adeguata segnaletica che indichi il senso di marcia e la precedenza. I parcheggi non sono quasi mai segnati. Non esistono aree pedonali tutelate. A tutto ciò va aggiunta la proverbiale indisciplina dei Montegranaresi che, aiutati dalla suddetta situazione e da un corpo di Polizia Municipale, per quanto volenteroso, cronicamente sotto organico, sono ormai abituati a non considerare affatto il codice della strada, parcheggiando ovunque e in ogni modo pensabile (talvolta anche impensabile), passando con il rosso tranquillamente, circolando a velocità da formula 1. Sarebbe auspicabile anche pensare a come poter intensificare i controlli per disciplinare la situazione. Qualche sanzione in più può soltanto giovare, educando e, perché no, rimpinguando le casse comunali in modo preferibile rispetto al costante aumento delle imposte.

 

Luca Craia

Segnaletica da rifare: pericoli e disciplinaultima modifica: 2013-12-20T14:40:06+00:00da laperonza
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento