Gheddafi: lezioni di dittatura islamica

gheddafi.jpgEccolo il futuro dell’Italia disegnato dal nostro Duce che ci Conduce e ci da la Luce. Si chiama Gheddafi. L’unico vero grande amico che abbiamo e che c’è rimasto. S’è fermata l’Italia per accoglierlo. Minzolini né Tg dell’una e mezzo, avendo non più di quindici minuti per via del gran premio di Formula 1, impiega otto minuti per parlarci del dittatore libico che arriva, con dirette dall’aeroporto e testimonianze. E se venisse Obama che facciamo? Ma tanto Obama non viene e Gheddafi sì.

            E festeggiamoli questi memorabili due anni di amicizia col carnefice beduino, che hanno sancito la gestione dell’immigrazione clandestina tutta in mano ad un criminale sanguinario che tiene il suo paese in una morsa di terrore e finanzia il terrorismo islamico. Il nostro dittatorucolo prende lezioni.

            E questo, appena messo piede in Italia, che fa? Dichiara che ci vuole tutti islamici, dall’alpe a Scilla, o meglio da Capo Nord a Lampedusa. Lo dice alle 200 veline..opss…hostess che si è fatto recapitare. Chissà se le candiderà tutte al parlamento. Ma c’è un parlamento il Libia? Mah…forse non c’è neanche in Italia.

Luca Craia

 

L’Ape Ronza è anche su Facebook

Gheddafi: lezioni di dittatura islamicaultima modifica: 2010-08-29T19:27:00+02:00da laperonza
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento