Vento nella notte

Ho sentito le tue unghie

graffiare il vetro della mia finestra.

Ho aperto al vento urlante della notte

e ti ho lasciato entrare.

 

Ho sentito il tuo dolore da lontano

e avrei voluto prenderlo e portarlo via.

Ma tale la distanza era di ostacolo

al mio divenire in parte te

 

Ho visto le tue lacrime ingoiate

dal tuo voler nasconderle ai mie occhi.

Le mie non potresti mai vederle:

sei tu a nasconderle a te stesso.

 

Hai messo su una maschera di vento.

Hai aperto la finestra sulla notte.

Il freddo si è infilato nella tenda

e l’alba si è affacciata sul balcone.

Vento nella notteultima modifica: 2010-10-29T10:59:00+02:00da laperonza
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento