Rivolte e azzeccagarbugli. Facebook fa la spia.

  Facebook, anche se non è l’unico, è sempre e comunque un ottimo veicolo per rendersi conto di che direzione sta prendendo la società e il pensiero comunemente condiviso. Così, riguardo alla “rivolta dei forconi”, colgo alcune peculiarità che mi hanno indotto a riflettere e queste riflessioni voglio condividere coi lettori dell’Ape. Partiamo dalla storia, come spesso tocca fare per … Continua a leggere

Blocco Studentesco: l’estremismo di destra che piace ai giovani.

  L’ascesa dell’estrema destra tra gli studentiÈ preoccupante l’incremento di popolarità tra i giovani studenti del movimento politico di destra denominato Blocco Studentesco. È preoccupante non tanto per il fatto che malcelatamente questo gruppo si rifà ad idee riferibili a nostalgie fasciste, quanto per i metodi tipicamente estremisti che, molto spesso, li portano alle cronache. Non sto qui ad elencare … Continua a leggere

5 Stelle: come conciliare l’anima reazionaria con quella progressista?

  Credo che il problema principale del Movimento 5 Stelle sia la massiccia presenza nella base del movimento di personaggi provenienti ideologicamente e culturalmente da quella destra bieca e ottusa che, fino a ieri, ha affollato l’elettorato dei vari partiti neofascisti o inquadrabili come tali, come la Lega o Fiamma Tricolore. Taluni sono tanto ottusi da non rendersi conto dell’essere … Continua a leggere

La legge contro il negazionismo è una legge fascista.

  Due righe due, perché non mi pare ci sia molto da discutere sulla norma anti-negazionismo approvata dalla Commissione Giustizia del Senato che presto sarà discussa in Parlamento. È una concezione fascista, l’introduzione di un reato di opinione a tutti gli effetti, una legge-bavaglio, come piace definire certe norme oggi. Per quanto credo l’intento sia dettato da un condivisibile sentimento … Continua a leggere

Priebke non sarebbe un problema. Il problema sono i fascisti.

  Se non ci fossero degli uomini stupidi che amano farsi chiamare fascisti, anche se sono nati a milioni di anni di distanza da quell’orribile pagina della nostra storia, la faccenda della morte di quell’essere ignobile di nome Erich Priebke non sarebbe una questione degna della minima attenzione. Priebke è stato un essere abietto ma è morto e il suo … Continua a leggere

Sventola il tuo Tricolore sporco di sangue ed escrementi

  Non ce l’ho con te, che ti commuovi e prendi le difese dell’indifendibile Priebke. Ce l’ho col tuo schifoso pensiero. Con quel pensiero che mi chiama con disprezzo buonista perché mi commuovo di fronte a centinaia di morti disperati nel Mediterraneo mentre tu li vorresti affondare prima che lo facciano da soli. Ce l’ho col tuo schifoso pensiero, che … Continua a leggere

Oggi, 2 agosto 1980, nessuno è al sicuro.

  Non dobbiamo dimenticare quel 2 agosto di tanti anni fa. Non dobbiamo e non possiamo, anche se sono passati trentatre anni, anche se nel frattempo sono accadute tante cose, tanti fatti altrettanto gravi, tanti lutti, tanti attacchi al Popolo Italiano. Non possiamo e non dobbiamo dimenticare quell’orologio fermo alle dieci e venticinque, le immagini terribili della stazione devastata, le … Continua a leggere

I 99 Posse hanno ragione e torto

  Come posso non essere solidale con Zulu dei 99 Posse per l’aggressione subita da parte di una ventina di imbecilli fascisti che confermano l’assioma per il quale essere di estrema destra equivale ad essere stupidi, vigliacchi e violenti. Stupidi perché incapaci di dialettica, vigliacchi perché si attacca in venti contro uno, sempre in branco come le bestie, violenti sempre, … Continua a leggere

Quando ad attaccare manifesti abusivi sono quelli che parlano di legalità…

  Quando parlo di strumentalizzazione delle vittime dell’odio razziale intendo quello che si vede in questa foto, presa a Fermo. Mentre da una parte si commemorano i martiri delle foibe con cerimonie di parte, politiche e strumentali alle elezioni, da un’altra parte qualcuno attacca al muro manifesti abusivi, in barba al senso civico, al rispetto delle regole, alla legalità tanto … Continua a leggere

69 anni dalla deportazione di Roma. Non dimentichiamo.

  Oggi cade il sessantanovesimo anniversario del rastrellamento degli ebrei dal ghetto di Roma e da altre zone della Capitale ad opera dei nazisti ex alleati dell’Italia. Oltre mille persone, cittadini italiani, furono deportate nei campi di sterminio tedeschi grazie alle leggi razziali emanate nel 1938 dal regime fascista e alla collaborazione della Repubblica Sociale Italiana. Dei 1016 deportati, tra … Continua a leggere