McDonald’s, la crisi, il lavoro da fame e la pubblicità gratis

  L’ha escogitata giusta la McDonald Italia per farsi pubblicità gratis o quasi. Prima, nei suoi spot televisivi, lancia un messaggio che, in tempi di crisi come questo, non può passare inosservato: 3000 posti di lavoro in tre anni. Poi lancia il Tour Job, una vera e propria tournèe per i palasport italiani a caccia di curriculum. Pare che alle … Continua a leggere

Tg2: Italiani, popolo di tornitori

  Il Tg2 è ormai famoso per dare notizie-non-notizie. La rubrica “Costume e Società” propina agli spettatori ogni giorno cocktail di stupidaggini e pout purri di niente. Ieri però ho assistito ad un capolavoro di disinformazione come se ne sono visti pochi, tanto più che non era incluso nella rubrica di cui sopra ma all’interno del notiziario vero e proprio. … Continua a leggere

Inizia la riforma del mercato del lavoro. Pare nel modo giusto.

  A me la proposta del Ministro Fornero piace. Abolire la cassa integrazione straordinaria per favorire ammortizzatori sociali più allargati ed efficaci mi pare l’idea che va nella direzione giusta. Negli ultimi anni la CIS è stata abusata e, in definitiva, è diventata più uno strumento in mano alle aziende che un reale ammortizzatore sociale per i lavoratori. Ne è … Continua a leggere

La gara di battute infelici tra le ministre

  Non intendo dare un giudizio sull’operato del governo Monti. L’ho già fatto ed esso non è mutato. Così come non è mutato il mio pensiero sull’urgenza e necessità, in questa fase, di mettere mano all’articolo 18 che va sicuramente rivisto ma che non sembra essere una priorità nell’ottica del salvataggio dell’Italia.   Un giudizio, però, sull’intelligenza politica, sulla sensibilità, … Continua a leggere

Parliamo dell’articolo 18, ma solo una volta passata la crisi

  Il concetto spiegato dalla Fornero motivando la sua intenzione di mettere mano all’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori ha una sua indiscutibile logica. In sostanza il ministro è convinto che, semplificando le procedure di licenziamento del dipendente si possa innescare un processo positivo che porti ad una maggiore facilità anche nell’assunzione, non esistendo più la problematica dell’eventuale licenziamento dell’addetto … Continua a leggere