La politica della menzogna

  Niente di nuovo sotto il sole. D’altra parte ci voleva una bella ingenuità per credere che il governo Letta ci avrebbe tolto l’IMU o impedito l’aumento dell’IVA programmato dal mai abbastanza maledetto Monti. Che fosse impossibile era chiaro a chiunque sappia fare due più due e non abbia paraocchi o tare mentali. Eppure qualcuno ci credeva. Così come qualcuno … Continua a leggere

Voto, non voto, chi voto? Molletta e antiemetico d’ordinanza.

  Nelle mie sofferte peregrinazioni di elettore smarrito di fronte ad un panorama elettorale che definire sconfortante è puramente eufemistico, mi sono fermato a soppesare le varie opportunità di voto avvicinandomi di volta in volta alle varie proposte e soluzioni per l’Italia futura. Chi mi conosce sa che sono sempre stato un elettore di sinistra estremamente indipendente, culturalmente proveniente dallo … Continua a leggere

McDonald’s, la crisi, il lavoro da fame e la pubblicità gratis

  L’ha escogitata giusta la McDonald Italia per farsi pubblicità gratis o quasi. Prima, nei suoi spot televisivi, lancia un messaggio che, in tempi di crisi come questo, non può passare inosservato: 3000 posti di lavoro in tre anni. Poi lancia il Tour Job, una vera e propria tournèe per i palasport italiani a caccia di curriculum. Pare che alle … Continua a leggere

Vi alleate con Monti o no? Ce lo volete dire o no?

  Sono stato invitato su Facebook a partecipare ad un incontro con un candidato del PD alle prossime politiche. Chi ha dimestichezza con Facebook avrà facilità a capirmi, per gli altri spero di spiegarmi sufficientemente bene. Sulla pagina dell’evento si è sviluppato un piccolo dibattito tra componenti SEL e componenti del PD circa l’annosa questione dell’alleanza o non alleanza con … Continua a leggere

Immorale chi è?

  D’Alema ha torto. Non è immorale il fatto che Monti si possa candidare con uno schieramento avversario al PD che è stato il maggior partito che ne ha sostenuto il governo. È invece immorale che Monti si candidi, con chiunque lo faccia, perché il governo Monti è stato sostenuto da quasi tutte le forze parlamentari e quindi il ragionamento … Continua a leggere

I calcoli di Berlusconi per la fine prematura di Monti.

  Che Monti abbia fatto danni mi pare assodato. Ha fatto danni perché ha perso la splendida occasione, quasi irripetibile, di poter governare libero da vincoli elettorali, senza dover ripresentarsi alle urne e sottoporsi al giudizio degli elettori e, quindi, libero dalla questione “popolarità” che tanto affligge i nostri politici e li induce a non risolvere i problemi, anche quelli … Continua a leggere

Mi manca tanto Berlusconi

Bei tempi abbiamo trascorso dal ’94 ad oggi. Mi mancano. Sono stati anni in cui era bello sentirsi tutti uniti da un comune sentire, dalla necessità condivisa di combattere un uomo che rappresentava quanto di peggio l’Italia aveva prodotto. Questo sentimento affratellava e faceva superare barriere che fino ad allora sembravano invalicabili. Accomunava comunisti, cattolici, laici, liberali, persino qualche fascista. … Continua a leggere

Perché autovelox sì e limitatore di velocità no?

  Appurato che la velocità eccessiva è pericolosa, la logica vorrebbe che i mezzi di trasporto non siano in grado di superare un certo limite più che venga punito il guidatore che lo supera. Una vettura è potenzialmente pericolosa fintanto che è in grado di superare una velocità tachimetrica ritenuta tale. Allora, una volta stabilito quale sia questa velocità oltre … Continua a leggere

Berlusconi distrugge il PDL pur di salvare se stesso

  Berlusconi sta immolando la sua creatura, quel Partito da lui stesso fondato e che l’ha fin troppo fedelmente sostenuto fin’ora, sull’altare dei propri interessi personali. La sua ridiscesa in campo e soprattutto la sua volontà di ritirare l’appoggio al Governo sta sgretolando il PDL e la cosa sembra non toccarlo. Siamo abituati a vederlo senza scrupolo alcuno far cenci … Continua a leggere

Lo smarrimento del dopo-berlusconi

  Mai votato a destra in vita mia. Sono però un elettore senza tessera, fiero della mia libertà di pensiero. Leggendo qua e là tra i blog e Facebook mi rendo conto di non essere il solo, in questo momento, a sentirmi smarrito. C’è tutto un chiacchiericcio, un proliferare di voci di protesta, grida di dolore, incitamenti alla rivolta. E … Continua a leggere